scimmietta Ubud
 |  |  |  | 

Cosa fare e vedere a Ubud: 7 esperienze straordinarie e imperdibili

tempo di lettura: 6 minuti

Ubud è una cittadina che si trova sull’isola di Bali. È ricca di templi ed attività da fare. Avrai solo l’imbarazzo della scelta di decidere su cosa concentrarti! E se ancora non hai deciso cosa fare e vedere a Ubud, mettiti comodo e goditi 6 minuti di lettura. In questo articolo te lo spiego!

1. Il tempio di Saraswati di Ubud

Questo tempio è dedicato a Saraswati, una dea solitamente vestita di bianco e raffigurata con quattro braccia, in ognuna delle quali regge: un ampolla di acqua, una collana di perle bianche, uno strumento musicale e un libro.

cosa vedere a Ubud: il tempio Saraswati
Cosa fare e vedere a Ubud: il tempio Saraswati

È un tempio imponente proprio nel centro di Ubud, circondato da stagni e ninfee. Perditi tra le vie di questo tempio e scatta qualche foto ricordo!

L’accesso al tempio è gratuito.

cosa vedere a Ubud: il tempio Saraswati
Cosa fare e vedere a Ubud: il tempio Saraswati

2. Spettacolo di danza balinese nel tempio Saraswati

Se poi vuoi vedere uno spettacolo di danza balinese, questo è proprio il posto giusto per farlo.
Di solito, gli spettacoli si svolgono il martedì e il giovedì sera alle 19.30 (ma gli orari e i giorni possono variare secondo la stagione).

danza balinese
Foto di Aditya Agarwal

Il biglietto d’ingresso è di 80000 rupie (circa 3 euro). Non perderti questo spettacolo suggestivo con colorate ballerine che sicuramente riempiranno di gioia la tua sera a Ubud!

3. Museo d’Arte di Agung Rai (ARMA)

Se cerchi ispirazione artistica o semplicemente un museo in cui ammirare l’arte balinese, qui la troverai di certo.

All’ARMA sono esposte opere di artisti balinesi di rilievo e di autori attivi in tutto l’arcipelago indonesiano, oltre a lavori di pittori occidentali ispirati dalla cultura e dalla bellezza dell’isola. Tra questi, troverai le opere di Rudolf Bonnet, Willem Hofker, Le Majeur de Merpres e del visionario Walter Spies. Le collezioni abbracciano una vasta gamma di stili, dall’arte tradizionale a quella contemporanea, ma anche le opere di artisti emergenti.

Ci sono anche dipinti Kamasan su corteccia d’albero, i capolavori degli artisti batuan degli anni Trenta e Quaranta, e le rare opere a Bali del pittore ottocentesco giavanese Raden Saleh Syarif Bustaman, una figura di rilievo nella storia dell’arte indonesiana.

Il museo è aperto tutti i giorni, nessuno escluso, dalle 9 alle 18 e si trova a questo indirizzo.

Il prezzo del biglietto d’ingresso è di circa 100000 rupie (poco più di 6 euro) ma include anche una bevanda o un piccolo rinfresco al bar che appartiene al museo!

4. La foresta delle scimmie di Ubud

Dopo qualche ora passata ad ammirare le opere d’arte dell’ARMA è l’ora di divertirsi un po’, circondati da simpatici animaletti. Insomma, è arrivata l’ora di visitare la famosa Monkey Forest di Ubud.

scimmietta Ubud
Cosa fare e vedere a Ubud: non puoi essere stato a Ubud senza visitare il tempio delle scimmie!

Qui le scimmie non sono tenute in gabbia o maltrattate, anzi, vivono in un ambiente aperto, vengono nutrite dallo staff e sono totalmente libere!

Monkey Park

Proprio per questo dovresti osservare alcune regole abbastanza importanti di comportamento.

Le scimmie sono pur sempre animali selvatici, quindi divertiti ma cerca di rispettare le basilari norme di comportamento.

  • Innanzitutto, attento agli occhiali. Nascondili nello zaino al sicuro, in men che non si dica una scimmietta potrebbe rubarteli e tu potresti non rivederli mai più.
    Durante la nostra visita alla foresta delle scimmie, infatti, non era raro vedere occhiali calpestati qua e là. Sicuramente saranno appartenuti a qualche sfortunato turista poco attento.
  • Non offrire il tuo cibo alle scimmie e non tenerlo in vista nello zaino, le scimmie sono agili e velocissime.
  • E poi, non aprire il tuo zaino se sei nel Monkey park, in un attimo potresti ritrovarti derubato dei tuoi oggetti da una curiosissima scimmietta!
  • Non guardare le scimmie negli occhi! Alcuni animali, infatti, potrebbero percepire questo atteggiamento come un segno di sfida, diventando aggressivi.

Le scimmie del Monkey Park sono sottoposte al vaccino per la rabbia, ma essendo un parco aperto, non vi è sicurezza totale. Quindi, se per una sfortunata coincidenza venissi morso da una scimmia, affrettati ad informare una delle guardie del parco e recati al centro medico presente all’interno del parco per farti medicare.

E se una scimmietta dovesse saltarti addosso, come ha fatto con me, non andare nel panico ma rilassati (in realtà io non ero molto rilassata come puoi vedere dalla foto ma mi sono divertita un sacco) e goditi questa simpatica avventura!

WhatsApp Image 2024 03 06 at 18.06.38
Io “aggredita” da una scimmia :)

Se poi vuoi fare una foto insieme a una scimmia, puoi donare una piccola mancia a una delle guardie che ti dirà come comportarti mentre dai da mangiare all’animale.

L’abbiamo fatto anche noi:

La foresta delle scimmie è aperta tutti i giorni dalle 8.30 alle 18 e il costo del biglietto è di circa 80000 rupie (5 euro) per gli adulti e 60000 rupie (4 euro) per i bambini sotto i 12 anni. Puoi pagare in contanti o con carta di credito.

5. Il mercato di Ubud

Il mercato di Ubud è aperto tutti i giorni dalle 6 alle 18 e qui troverai di tutto. Dalle opere di artigianato locale ai bellissimi dipinti fatti a mano (e ce ne sono davvero tanti). Ci sono anche delle coloratissime tele, tantissime statuette da esporre sui tuoi scaffali, e tanto, tanto altro!

Qui hai davvero l’imbarazzo della scelta e ti consiglio davvero di portarti a casa un souvenir in ricordo di questo posto meraviglioso.

Noi abbiamo portato a casa due bellissimi dipinti fatti a mano (nella foto qui sotto) e visto che eravamo i primi acquirenti (della giornata) alla bancarella di oggetti d’arte, il negoziante ci ha ringraziati con un suggestivo rituale balinese!

quadri idonesia
I nostri souvenir comprati al mercato di Ubud

Puoi trovare il mercato di Ubud nei dintorni di questa via.

6. Le risaie Tegallalang

Sicuramente durante il tuo viaggio in Indonesia hai assaggiato il riso o lo assaggerai presto. L’Indonesia è, infatti, uno dei produttori più importanti a livello mondiale di questo alimento.

A me il riso indonesiano è piaciuto davvero tanto, perché ha una finitura tutta sua e un sapore davvero unico.

In ogni caso, che tu abbia assaggiato il riso indonesiano o meno, le risaie Tegallalang sono davvero un posto che dovresti vedere.

cosa vedere a Ubud: le risaie Tegallalang
Cosa fare e vedere a Ubud: le risaie Tegallalang.

Un consiglio spassionato che posso darti è quello di indossare delle scarpe comode e impermeabili, perché muovendoti tra le risaie camminerai su strade impervie e sempre umide.

cosa vedere a Ubud: le risaie Tegallalang

Noi ci siamo anche persi, ma poi all’orizzonte è apparso un piccolo chioschetto gestito da un anziano signore con cui abbiamo cercato di comunicare per trovare la via di ritorno.

Lui parlava solo in balinese ma aveva sempre il sorriso stampato sulle labbra. Nonostante non comprendessimo molto di quello che dicesse abbiamo riconosciuto qualche parola, grazie al corso base di indonesiano che avevamo seguito sull’isola di Giava (te ne parlo qui).

Insomma, ci siamo fermati al suo chiosco, rinfrescandoci con dell’acqua di cocco che il simpatico signore ci ha offerto e abbiamo cercato di capire dalle sue parole (ma più di tutto dai suoi gesti) come trovare la via di casa.

E tu chi incontrerai, visitando le risaie Tegallalang?

7. Lezione di yoga a Ubud, Bali

Se lo yoga è una delle tue passioni, a Ubud troverai sicuramente una lezione che ti aspetta. Io ho prenotato la mia lezione di yoga in questa scuola, che si chiama Intuitive Flow. Per raggiungerla, trovi tutte le indicazioni a questa pagina.

Qui le lezioni si svolgono tra scenari di giungla pazzeschi, e sicuramente potrai ritagliarti il tuo momento di pace e meditazione nel bel mezzo di una frenetica vacanza a Bali. Inoltre, le lezioni non sono affollate e questo è sicuramente un punto a favore della scuola.

Cosa fare a Ubud: una lezione di yoga
Cosa fare a Ubud: una lezione di yoga
Foto di Daniel Torobekov

Se non riesci a raggiungere Intuitive Flow, ti consiglio di chiedere una lezione alternativa di yoga presso la reception dell’hotel in cui alloggi. In questo modo non dovrai allontanarti troppo dal luogo in cui si svolgerà la lezione, che potrebbe tenersi proprio in una delle sale dell’hotel!

Conclusione

Noi a Ubud ci siamo divertiti un sacco. Abbiamo scoperto tanti luoghi che mai avremmo immaginato di trovare e soprattutto abbiamo assaporato una cultura diversa dalla nostra che ci ha emozionati dall’inizio alla fine del viaggio. E tu, sei pronto a partire per Ubud?

Ah dimenticavo, siamo stati anche a Yogyakarta, sull’isola di Giava!


Articoli simili

Rispondi