pexels efrem efre 19279050
 |  |  |  |  | 

Cosa vedere vicino a Palermo

tempo di lettura: 4 minuti

Nel nostro viaggio in Sicilia a novembre abbiamo percorso qualche giorno a Catania (qui puoi scoprire cosa vedere a Catania), poi eravamo pronti a raggiungere la bellissima Palermo. Ma non volevamo privarci di tutto quello che si trova nei dintorni di Palermo, così ci siamo fermati ad ammirare la bellezza di alcuni piccoli borghi. In questo articolo ti racconto cosa vedere vicino a Palermo.

Innanzitutto nei nostri spostamenti tra una città e l’altra abbiamo sempre usato la macchina. Avere la macchina dà il vantaggio di potersi spostare secondo i propri ritmi, senza dover dipendere dagli orari dei mezzi pubblici. E senza, soprattutto, doversi rimboccare le maniche per trovare un mezzo alternativo a causa del ritardo (ad esempio) di un pullman.
E poi c’è il traffico stradale, ma noi per fortuna, nelle strade extraurbane (che sono quelle che abbiamo prevalentemente percorso) non ne abbiamo trovato.

Cosa vedere vicino a Palermo: Bagheria

Come prima tappa ci siamo diretti a Bagheria. Volevamo visitare il borgo nella speranza di trovare qualcosa che ci ricordasse i radi e spogli e accecanti paesaggi presenti nel film Baarìa di Tornatore.

Ma non abbiamo trovato altro che un immenso traffico e un pullulare di macchine in ogni strada e svincolo. C’erano auto parcheggiate davvero ovunque, anche in luoghi in cu l’immaginazione non può arrivare.
C’è però da dire che la modalità di guida dei siciliani è abbastanza pacata, seppur a tratti alquanto particolare.

Credo che, ad un certo punto, il Signore abbia guardato giù e, rendendosi conto della nostra disperazione per la ricerca di un parcheggio inesistente, abbia deciso di crearlo. E noi, abbiamo colto l’occasione parcheggiando frettolosamente.
E altrettanto frettolosamente siamo scesi dall’auto alla ricerca di una villa.

Villa Palagonia a Bagheria

Villa Palagonia, una residenza costruita a partire dal 1715, oggi rappresenta un esempio di eccentricità barocca settecentesca. È chiamata anche Villa dei Mostri, per la sua ricchezza di dettagli bizzarri e stravaganti. Si trovano, infatti, a decorare la villa numerose statue e figure demoniache, dai corpi turpi e deformati, e creature bestiali. All’interno della villa si trova la Sala degli Specchi, ricoperta ai tempi della sua costruzione, da numerosi specchi che creavano illusioni ottiche e deformanti.

Villa Palagonia è una chicca che davvero nessuno, di passaggio a Bagheria dovrebbe perdersi.
Seppur delusi per non aver trovato nulla della Baarìa di Tornatore, siamo riusciti a ripagare la nostra sete di cultura grazie a questa “villa mostruosa”.

La nostra permanenza a Bagheria è stata breve e fuggitiva. In tarda mattinata, ci siamo diretti verso Aspra e Sant’Elia, con una gran voglia di vedere il mare.

Cosa vedere vicino a Palermo: Aspra, Capo Zafferano, Porticello, Caletta Sant’Elia

Prima di approdare a Palermo e consegnare la macchina, abbiamo deciso che valesse la pena di fermarci a visitare la tanto decantata Caletta Sant’Elia (che in tanti ci hanno consigliato di visitare). Il borghetto è davvero carino, invitante e colorato. È ricco di scorci per realizzare foto panoramiche e la vista sull’orizzonte è davvero unica.

cosa vedere vicino Palermo: la caletta di Sant'Elia
Una panoramica sul borgo e la caletta di Sant’Elia

Il porto della caletta è caratterizzato da una casetta bianca del fascino innegabile, incastonata in una scogliera a strapiombo sul mare.
A novembre, il turismo è quasi assente, ma è facile immaginare la vita che scorre nelle calde giornate estive in questo piccolo villaggio bagnato dal mare.

Aspra, Capo Zafferano e Porticello sono dei piccoli borghi che distano tra loro 5, o alla peggio 10 minuti di macchina. Non venire qui aspettandoti di visitare lussuose ville o musei, l’offerta culturale è pressoché nulla, ma in compenso gli scorci sul mare lasciano senza parole.

cosa vedere vicino Palermo: Capo Zafferano
Vista sul mare da Capo Zafferano.

Dove dormire e mangiare a Porticello

Porticello, abbiamo alloggiato in un Bed and Breakfast Puvogel che ci ha colpiti per la cura dei dettagli e le istruzioni minuziose per l’uso della camera e di tutto quello che vi era dentro. Inoltre, la struttura era nuovissima e appena ristrutturata, oltre che pulitissima.

Il proprietario, simpatico e disponibile, ci ha intrattenuti durante la colazione raccontandoci alcuni fatti strampalati della sua vita in Sicilia (essendo lui austriaco) e delle sue gite in barca a vela (che tra l’altro fanno parte dell’offerta turistica della struttura).
Mi sento anche di consigliarti la pizzeria La Punta, nel borgo di Santa Flavia, che offre una lunga lista di pizze con ingredienti siculi e non solo.

Dove mangiare nei dintorni di Palermo: Pizzeria la Punta a Santa Flavia
Pizza con avocado salmone stracciatella, sesamo e ingrediente segreto. Pizzeria la Punta, Santa Flavia.

Conclusione

Dopo la buonissima pizza che abbiamo mangiato nel borgo di Santa Flavia e una notte di meritato riposo siamo ripartiti alla volta di Palermo, che non vedevamo l’ora di scoprire. Questa città ci ha riservato altre mille emozioni!

Articoli simili

Rispondi