WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.24 1
 |  | 

Come organizzare un viaggio in Sudafrica!

tempo di lettura: 10 minuti

Tutto quello che ti serve sapere per organizzare un viaggio in Sudafrica: i consigli per visitare il paese e le risposte alle F.A.Q. per un viaggio ben programmato nel paese “arcobaleno”.

È pericoloso il Sudafrica?

La prima frase che salta all’occhio sul sito Viaggiaresicuri riguardo al Sudafrica è: “Tenuto conto dell’elevato tasso di criminalità nel Paese e dei rischi di sicurezza, si raccomanda ai connazionali di esercitare la massima cautela.”

Sapevi che il Sudafrica ha uno dei tassi di omicidi più alti al mondo? E sapevi che anche il tasso di rapimenti è molto elevato? Tuttavia, questi dati non devono spaventarti. Sebbene sia vero che i tassi di criminalità del paese sono tra i più alti al mondo, è altrettanto vero che questi reati si concentrano principalmente in alcune “zone calde”. Per questo motivo, è essenziale pianificare attentamente l’itinerario prima di visitare il paese.

Non intendo fare del terrorismo psicologico, ma ritengo sia giusto essere informati sui rischi che si potrebbero incontrare visitando alcune aree del Sudafrica.

Con la giusta pianificazione e preparazione, potrai godere del tuo viaggio in Sudafrica senza preoccuparti di possibili inconvenienti.
Un buon inizio per la progettazione del viaggio è la lettura del sito viaggiare sicuri che fornisce una panoramica sulle norme di sicurezza da osservare una volta giunti in Sudafrica. Il sito è anche un ottimo spunto per rimanere aggiornati riguardo a possibili eventi critici nel paese.

Nel nostro viaggio ci siamo sempre attenuti alle norme di sicurezza e ci siamo mantenuti nei confini delle zone visitabili. Non ci siamo mai addentrati in zone a rischio e, di conseguenza, non abbiamo avuto alcun problema!

Qual è il miglior periodo per organizzare un viaggio in Sudafrica?

Le stagioni in Sudafrica sono invertite rispetto alle nostre. Ciò significa che quando da noi è estate in Sudafrica è inverno. In generale, però, il periodo che va da aprile ad ottobre è sicuramente l’ideale per fare un safari in Sudafrica (nella zona del parco Kruger il clima è più secco e poco piovoso). Se poi vuoi osservare il transito delle balene, potresti considerare i mesi tra giugno ed ottobre.

Che clima e che temperature abbiamo trovato ad aprile in Sudafrica?

Nella seconda metà di aprile, in Sudafrica abbiamo trovato un clima leggermente più mite rispetto all’Italia del nord.

Sicuramente, ad aprile, avrai bisogno di una giacca a vento per eventuali escursioni (anche in barca) e nelle giornate nuvolose o piovose.

Per lo più, però, ad aprile utilizzerai una leggera felpa e, nelle giornate più calde, se il tempo lo concede, anche una t-shirt.

Il discorso cambia per le zone di Limpopo e i dintorni del Kruger Park, qui le temperature sono decisamente più calde ad aprile (di giorno vanno oltre i 30 °C).

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.02 1
Se vuoi visitare il Sudafrica, forse stai pensando di fare un safari: tra i tanti animali incontrerai anche dei bellissimi elefanti.

Quale itinerario seguire per organizzare un viaggio di 15 giorni in Sudafrica? Quanti giorni stare in Sudafrica?

Noi abbiamo seguito principalmente 3 itinerari che rappresentano un giusto connubio per un primo viaggio ideale in Sudafrica.

Eccoli:

  1. Itinerario: Cape Town e Capo di Buona Speranza
    Durata ideale: circa 2 o 3 giorni

2. Itinerario: Garden Route (da Hermanus a Port Elizabeth).
Durata ideale: almeno 6 giorni.
Una volta arrivati a Port Elizabeth abbiamo preso un aereo per Johannesburg, da qui con un’auto a noleggio abbiamo raggiunto Graskop.

3. Itinerario: Panorama Route e Safari al Kruger Park o in una riserva privata.
Durata ideale: 4 giorni.
A Graskop abbiamo imboccato la bellissima Panorama Route fino al Kruger Park, dove in una riserva privata, abbiamo fatto svariati safari per chiudere la vacanza in bellezza!

Serve il passaporto per visitare il Sudafrica? Quanto costa il visto per il Sudafrica?

Certo, è necessario il passaporto, con almeno 30 giorni di validità residua e con almeno 2 pagine libere, per apporre il visto turistico.

Il visto verrà rilasciato gratuitamente all’arrivo e avrà una validità massima di 90 giorni, eventualmente rinnovabili di ulteriori 60 giorni in loco.

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.24
Se ti trovi vicino al Kruger park, non dimenticarti di attraversare la Panorama Route.

Che vaccini servono per visitare il Sudafrica?

Al momento, l’unico obbligo di vaccinazione riguarda la febbre gialla, ma solo per chi proviene da alcuni paesi a rischio. Il vaccino per questi viaggiatori va effettuato oltre l’anno di età e anche in caso di solo transito aeroportuale, se questo è superiore alle 12 ore ed in ogni caso se si lascia l’aeroporto di scalo.

Che fuso orario c’è in Sudafrica?

Quando siamo partiti per il Sudafrica, ad aprile, non c’era nessuna differenza di orario rispetto all’Italia. Questo perché ci trovavamo nel periodo in cui vigeva l’ora legale (che in Sudafrica non viene applicata).

Quando in Italia vige l’ora solare (da fine ottobre e per tutto l’inverno), invece, tutto il Sudafrica ha le lancette spostate di un’ora avanti.

Che lingua si parla in Sudafrica?

Sarebbe meglio parlare di lingue al plurale! In Sudafrica, infatti, ci sono ben 11 lingue ufficiali. Tra queste ci sono lo zulu, l’afrikaans (quella originatasi tra le comunità dei primi coloni olandesi), l’inglese, lo xhosa (caratterizzata da molti suoni sotto forma di clic che abbiamo sentito spesso durante il nostro viaggio) e molte altre.

In che orari visitare il Sudafrica? È vero che in Sudafrica non si gira a piedi di notte?

Innanzitutto, se c’è una cosa che abbiamo capito è che la sveglia dei Sudafricani suona molto presto, la cena viene consumata generalmente verso le 7 di sera e si va a letto altrettanto presto. Organizzare e pianificare le visite secondo questi orari è fondamentale. Dopo il tramonto non si gira mai a piedi (a parte qualche eccezione), per una questione legata alla sicurezza che poi forse è anche diventata una questione di ritmi e abitudini culturali. Via libera, invece, ad auto e Uber. Solo nella zona del Waterfront a Cape Town è consentito trattenersi fino a tardi, perché è delimitata e costellata di agenti addetti alla sicurezza.

Che moneta si usa in Sudafrica? Quanto vale un Rand?

Per quanto riguarda la moneta locale si utilizza il Rand e 1 euro vale circa 20 Rand. Per avere un’idea approssimativa di quanto costa un oggetto in euro puoi fare un semplice calcolo, qui ti faccio un esempio.

Esempio:

Se un oggetto costa 100 Rand, devi dividere questa cifra per 10 e poi per 2 e troverai il valore in euro. 100 Rand corrispondono a 5 euro (100 diviso 10 fa 10, che diviso 2 fa 5). Il calcolo è davvero semplice e utilizzando questo piccolo trucco ti sarà facile calcolare ogni prezzo all’istante!

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.23
Un esemplare di giraffa in una riserva privata.

Quanto costano due settimane in Sudafrica? Dove cambiare i soldi in Sudafrica? Come si paga in Sudafrica?

Noi abbiamo cambiato circa 1000 euro (in due) per 14 giorni di vacanza che abbiamo utilizzato prevalentemente per mance, souvenir, svago e pasti (hotel e alloggi li avevamo pagati precedentemente).
Abbiamo cambiato i soldi due volte ed entrambe le volte in aeroporto.

Ti consiglio di non cambiare troppi soldi anche perché spesso dovrai utilizzare la carta.

Molti bar e ristoranti, infatti, sono cashless (questo significa che accettano solo pagamenti con carta, mance incluse), niente contanti quindi. Sarebbe meglio che tu abbia sempre la carta di credito a portata di mano.

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.27 1
Sulla Table Mountain qualcuno osservava il panorama insieme a noi.

Bisogna lasciare la mancia in Sudafrica?

Sì, decisamente. Solitamente, in un ristorante, è buona norma lasciare circa il 10% dell’ammontare totale di pranzo o cena. In alcuni ristoranti la mancia è addirittura già calcolata nello scontrino e fa parte del conto stesso!

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.03.43 1
Il quartiere Bo-Kaap: non dimenticarti di cercare la storia che c’ è dietro a questo quartiere!

Com’è la guida in Sudafrica? Come sono le strade e il traffico?

Guidare in Sudafrica significa adottare la tipica guida utilizzata anche dagli inglesi (chi guida si trova sul lato destro dell’auto).

Inizialmente potrebbe costarti un po’ di fatica, ma con un paio d’ore di pratica ti sentirai abbastanza sicuro alla guida.

A Cape Town, ovviamente il traffico è intenso, così come a Johannesburg. Ma spostandosi per esempio al sud, sulla Garden Route, ti ritroverai a guidare su strade spaziosissime e tranquille. Per molti chilometri potrebbe capitarti di non incontrare nulla e nessuno. Gli spazi aperti qua sono infiniti. Per questo è anche consigliato di tenere sempre d’occhio l’asticella del serbatoio di benzina.

Attenzione invece nella strada che da Graskop porta a Johannesburg, qui abbiamo trovato molte buche importanti. La velocità sostenuta potrebbe arrecare danni alla macchina.

In strada, per tutto il paese, circolano dei piccoli bus sui quali viaggiano molti abitanti locali. Abbiamo notato che gli autisti di questi mini-bus spesso adottano una guida abbastanza anarchica (niente freccia in sorpasso, per esempio). Sarebbe meglio che tu faccia attenzione se sei alla guida di un’auto e ne avvisti uno nei paraggi. Se sei un pedone e devi attraversare la strada, presta attenzione anche in questo caso.

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.27
La guida in Sudafrica!

Serve la patente internazionale in Sudafrica?

Prima di partire questa domanda ci ha creato non poca confusione, la legislazione a riguardo, infatti, non sembra del tutto chiara.

Dopo molte ricerche sul web, siamo giunti alla conclusione che essere provvisti della patente internazionale è consigliato, indispensabile è invece possedere una patente italiana in corso di validità con foto e nome ben visibili.

Nel caso della patente italiana, l’alfabeto utilizzato è ben riconoscibile da un agente sudafricano, quindi non sembra necessario un ulteriore documento che accerti l’identità del conducente (sarebbe tutt’altra questione se la patente utilizzasse, per esempio, dei caratteri cinesi o il cirillico!).

Durante il nostro viaggio in Sudafrica siamo anche stati fermati per un controllo dalla polizia stradale che effettivamente ci ha chiesto di esibire solo la patente italiana (l’agente ci ha anche ricordato che di lì ad un mese il documento sarebbe scaduto, quindi controllate anche questo onde evitare inutili disagi!).

Questa, ovviamente, è la nostra personale esperienza, ma come ho precisato e tengo a sottolineare, non abbiamo trovato una risposta chiara sul web sulla questione patente internazionale in Sudafrica. Quindi, a scanso di equivoci, se vuoi essere del tutto sicuro di non incorrere in sanzioni o spiacevoli inconvenienti sta a te decidere se procurartela o meno.

Esistono i parcheggiatori abusivi in Sudafrica?

A Cape Town e nelle zone soprattutto frequentate da turisti ci sono molti parcheggiatori abusivi. Puoi decidere di pagarli o meno secondo la tua etica, Se decidi di farlo, paga quando ritiri l’auto, non quando la parcheggi (tra i 50 e i 100 RD possono bastare).

Come navigare su internet durante un viaggio in Sudafrica?

Abbiamo deciso di attivare due tipi di sim-card per avere accesso ad internet. Una e-sim della compagnia HolaFly e una sim locale della compagnia cell c. Entrambe funzionavano (e non funzionavano) nelle stesse zone del Sudafrica. Per esempio nella zona di Cape of Good Hope e nel parco di Buona Speranza la ricezione era praticamente nulla e tornava a funzionare in alcuni rari momenti.

Nel caso della e-sim abbiamo speso circa 45 euro per un abbonamento di due settimane con internet illimitato. Nel caso della sim locale la spesa è stata nettamente inferiore: abbiamo speso 204 rand (circa 10 euro) per un periodo di un mese con 50 GB di internet. Abbiamo attivato la sim locale in un negozio di telefonia nella zona di Waterfront, ma puoi farlo in diversi punti della citta, aeroporto incluso.

La e-sim è molto comoda perché appena atterrati ci ha permesso di essere immediatamente connessi ad internet e non abbiamo perso tempo in tal senso. È vero che il prezzo è nettamente più alto, ma la e-sim offre internet illimitato, quindi una volta valutata la tua priorità (di spesa o di comodità) puoi decidere che servizio utilizzare.

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.26
Un pinguino in Sudafrica…sì, ci sono anche quelli!

Quale presa elettrica è utilizzata in Sudafrica?

Ecco fotografata per te una presa elettrica che potresti trovare in Sudafrica. Qui è utilizzata frequentemente la presa di tipo M e troverai un voltaggio tra i 220 V e 230 V con frequenza 50 Hz.

WhatsApp Image 2024 06 20 at 01.09.54

Quali souvenir comprare in Sudafrica?

Sicuramente consiglio di portare a casa il tè Roobois, tipico del Sudafrica dal sapore speziato e particolare.

Sconsiglio di acquistare qualunque tipo di cimelio proveniente da animali ormai morti, tipo pelli di zebra o di altri animali (purtroppo largamente commercializzate nel paese).

Sono bellissime anche le statue in legno fatte a mano e vendute sulle numerose bancarelle a bordo strada in molte parti del Sudafrica.

Io avrei voluto portare a casa una gigantesca statua in legno raffigurante una bellissima giraffa, ma per le sue dimensioni ingenti ho dovuto lasciarla dov’era!

Oltre alle statuette in legno esistono molti tipi di manufatti di fattura artigianale, come delle stupende tovaglie colorate (che noi ovviamente ci siamo portati a casa!).

Sicuramente, per la vasta scelta che il Sudafrica offre, troverai il souvenir adatto a te!

Tappe imperdibili in Sudafrica:

Ecco alcune delle tappe che abbiamo fatto in Sudafrica che non dovresti perderti per nulla al mondo e che hanno fatto davvero la differenza nel nostro viaggio in Sudafrica!

1. Panorama Route: una delle più belle strade panoramiche che io abbia mai percorso (prossimamente pubblicherò un articolo sul blog)!

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.24 1 1

2. Pantera Big Cats Sanctuary a Stanford (qui puoi anche decidere di diventare un volontario per curare e assistere dei meravigliosi felini): un vero santuario di animali! Qui te ne parlo.

3. Cape Town e i suoi ristoranti (ma anche il panorama sulla città dalla Table Mountain)

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.01.28

4. Safari con guida in una riserva privata o al Kruger National Park. Qui te ne parlo.

WhatsApp Image 2024 06 19 at 23.03.43

5. Capo di Buona Speranza e i suoi animali in libertà. Qui te ne parlo.

struzzo
Uno struzzo in libertà a Capo di Buona Speranza.

6. Una visita alle cantine dei vini emergenti del Sudafrica

Un consiglio finale per Cape Town

Nel centro di Cape Town esistono delle guide turistiche che offrono servizio gratuito sulle principali attrazioni della città. Puoi trovarle alle fermate da cui partono i classici bus turistici. Anche se il servizio è gratuito, l’offerta di una mancia è consigliata.

Se ti è piaciuto il mio articolo e stai progettando il tuo viaggio in Sudafrica, forse vuoi saperne di più, quindi ti invito a visitare la sezione del mio blog sul Sudafrica!

Articoli simili

Rispondi