|  |  | 

Mangiare a Il Cairo: 3 locali autentici (a soli 5 euro!)

tempo di lettura: 4 minuti

In questo articolo, ho deciso di parlare di soli 3 locali perché la mia permanenza in città è stata limitata. In ognuno dei locali in cui ho deciso di gustare cibo tradizionale ho trovato accoglienza, gentilezza, autenticità. Ma soprattutto gioia per le mie tasche: ho speso infatti circa 5 euro a pasto, a volte addirittura meno :).

I piatti quasi sempre erano più che abbondanti e gustosi, ma più di tutto tradizionali. Un pasto autentico, locale è per me fondamentale perché sono convinta che mangiare è un po’ come viaggiare.

Trovarsi in una città nuova significa gettarsi nell’oscurità ogni qualvolta si varca la porta di un ristorante. Io però sono stata fortunata. Ecco i 3 ristoranti che mi hanno fatto apprezzare la cultura egiziana.

I tre locali descritti con gli hashtag

Café Caribou: #colazione #succhi freschi #atmosfera #moderno #vasta offerta

Abou Tarek: #clienti locali, #piatti tradizionali, #servizio ottimo #economico #koshari #mehallabia

Café Riche: #storia #cultura #atmosfera #caffè turco #mehallabia #locale per fumatori

1. Café Caribou

Café Caribou è stata la nostra tappa fissa per la colazione. Questo accogliente cafè è molto simile nell’impostazione e nell’arredamento al gigante Starbucks. Potrai gustare molti tipi di caffè, freddi e caldi, panini, dolci e altre delizie.

Café Caribou
Café Caribou

Da amante dei succhi freschi, ho trovato in questo posto un alleato nell’accontentare la mia frenetica voglia di frutta frullata. Se ami i succhi (qui vendono succhi freschi spremuti a freddo al gusto di guava, anguria, fragola, cocco e molti altri) e hai bisogno di una pausa rinfrescante e salutare durante la tua visita a Il Cairo, fermati!

2. Il Koshari di Abou Tarek

Dove-mangiare-a-Il-Cairo-Abou-Tarek
Ingresso di Abou Tarek

Un altro posto molto carino che ha reso ancor più pittoresca la nostra visita in Egitto è stata la cena al locale Abou Tarek. Quando sono approdata di fronte alla facciata di questo ristorante, per un attimo ho avuto l’illusione di essere stata teletrasportata, non so come, in Giappone. Ma no, ero in Egitto. E la prima impressione di solito è quella che crea la storia che segue. Infatti l’impatto con quella stravagante facciata ha creato in me grandi aspettative, che sono state altamente ripagate.

Inquadra il codice QR con la fotocamera del tuo smartphone per vedere il video che abbiamo girato al ristorante Abou Tarek


Il locale è frequentato prevalentemente da gente del posto. I simpaticissimi camerieri, con l’inconfondibile savoir faire egiziano, renderanno unica la tua immersione nella gastronomia locale. Il ristorante offre come unico piatto un abbondante porzione di Koshari. Il dolce, è anch’esso sempre lo stesso tutti i giorni, mehallabia: un buonissimo e tradizionale budino al latte con guarnizione variabile. Noi lo abbiamo assaggiato alla zucca.


Il prezzo è sicuramente un’arma vincente di questo locale. Due porzioni abbondanti di Koshari (oltre ad un’ulteriore mezza porzione), un dolce (di dimensioni generose), un succo fresco al mango e una bottiglia di acqua sono costati in tutto 150.000 sterline egiziane, circa 4,50 euro!

3. Café Riche e la sua storia

Il terzo ed ultimo locale di cui ti voglio parlare si chiama Café Riche.

dove mangiare a Il Cairo: Café Riche
Entrata di Café Riche

Questo cafè non ci ha colpito tanto per l’offerta di particolari prodotti, quanto per la sua storia. Nasce nel lontano 1908 e per tanto tempo rappresenta un importante luogo d’incontro per intellettuali e filosofi. Inoltre, si dice che sia servito come luogo di rifugio durante le numerose proteste avvenute nel 2011.

Breve nota alle proteste del 2011 in Egitto


Il 25 gennaio 2011, il Cairo, la capitale dell’Egitto, fu testimone dell’inizio di una serie di proteste di massa che segnarono l’inizio della Rivoluzione Egiziana del 2011. Le manifestazioni furono guidate principalmente da giovani attivisti che protestavano contro la corruzione, la repressione politica e le condizioni economiche precarie sotto il regime di Hosni Mubarak, al potere da quasi tre decenni.
Le proteste si intensificarono nei giorni successivi. I manifestanti chiedevano le dimissioni di Mubarak e il rinnovo del sistema politico ed economico egiziano. Le proteste continuarono per molte settimane, culminando con le dimissioni di Mubarak il 11 febbraio 2011.
La Rivoluzione Egiziana ebbe un impatto significativo sulla politica e sulla società dell’Egitto, aprendo la strada a cambiamenti politici sostanziali e alla ridefinizione del panorama politico della regione del Medio Oriente.

Varcare la porta di questo locale ti farà tornare indietro nel tempo. Perché, allora, non assaporare un buon caffè turco e respirare la magica atmosfera che permea Café Riche… noi lo abbiamo fatto 🙂

Conclusione

Quelli di cui ti ho parlato in questo articolo erano tre locali che mi hanno colpito per tre diversi motivi. Ma i ristoranti in città sono moltissimi: se anche tu, durante il tuo viaggio a Il Cairo hai visitato dei ristoranti di cui vale la pena parlare, per favore, fammelo sapere con un commento!

Se vuoi saperne di più su questa città, come organizzare un viaggio a Il Cairo e cosa visitare, puoi leggere il mio articolo su Il Cairo: Consigli di viaggio.

Articoli simili

Rispondi