Le migliori destinazioni per vegetariani

tempo di lettura: 7 minuti

Fare una classifica dei migliori viaggi o delle migliori destinazioni per vegetariani nel mondo non è semplice perché il settore gastronomico è in continua evoluzione. Comunque, è facile capire come oggigiorno il vegetarianismo rappresenti un trend in forte ascesa. E ancor più in ascesa è il fenomeno del veganismo.

India del Sud

Tra le migliori destinazioni per vegetariani nel mondo, l’India gioca un ruolo importante.
Va fatta una distinzione tra la cucina del nord del paese, che fa uso di carne, e quella del sud, in prevalenza vegetariana.

Quali piatti vegetariani potrai assaggiare in India del sud

A conti fatti, oggi, oltre il 30% di indiani si dichiara vegetariano.
Va da sé che laddove una larga fetta di popolazione è vegetariana, anche i ristoranti si adattano a servire tali portate.
Alcuni piatti che fanno parte della tradizione vegetariana indiana sono il Rajma Masala, ossia dei fagioli rossi con cipolla e un mix di spezie.

Rajma Masala: un piatto che rende l'India del sud una delle migliori mete per vegetariani
Rajma Masala con riso

Anche il Raita è una ricetta vegetariana che consiste in un’insalata cremosa a base di yogurt, cetrioli e pomodori.
Un altro croccantissimo piatto è il Sabudana Wada, delle polpette fritte di tapioca e patate.

Sabudana Wada: un piatto di stuzzichini con tapioca e patate
Sabudana Wada


Quindi, se siete vegetariani e state pianificando un viaggio, considerate il sud dell’India come papabile meta e provate questi deliziosi piatti.

Indonesia

Quando sono stata in Indonesia, una delle cose che mi ha colpito di più è stata la cucina. Non credevo di trovare così tante opzioni vegetariane, e qui sotto ti elenco alcuni dei piatti che ho assaggiato.
C’è anche da dire che la carne nella cucina indonesiana non manca. In Indonesia convivono diverse religioni e ogni isola ha plasmato la sua tradizione culinaria anche in base alla propria fede e al proprio credo.
Bali, per esempio vede la maggioranza della popolazione praticare l’induismo, secondo cui ogni forma di vita è sacra. Di conseguenza, il vegetarianismo è una pratica alimentare molto diffusa a Bali.

Quali piatti vegetariani potrai assaggiare in Indonesia

il tradizionale Nasi Goreng (di cui esistono diverse versioni, anche non vegetariane), un riso saltato con verdure che può essere servito con l’aggiunta di un uovo fritto.

Nasi Goreng: un piatto tipico della cucina indonesiana fatto di riso e verdure e un uovo fritto all'occorrenza
Nasi Goreng

C’è poi il Mie Goreng, che basicamente è la stessa cosa del Nasi Goreng, ma in alternativa al riso si utilizzano i noodles.

Mie Goreng: un piatto che consiste in noodle e verdure. Fa dell'Indonesia una delle migliori destinazioni per vegetariani
Mie Goreng

Per quanto riguarda gli antipasti, puoi assaggiare il Tempeh, un alimento originario dell’isola di Giava e costituito da germogli di soia fermentati. Un parente alla lontana del tofu. Io l’ho provato in Indonesia per la prima volta e ne sono rimasta davvero colpita!

Migliori destinazioni per vegetariani: il tempeh è un antipasto indonesiano molto gustoso
Tempeh

Anche il Gado-Gado (altrimenti detto Lotek) è un tipico piatto indonesiano vegetariano. Si tratta di involtini di cavolo che avvolgono delle verdure stufate, arricchiti da una golosissima salsa di arachidi.

C’è poi il Pecel, un’insalata giavanese, anche questa condita con della salsa di arachidi.

Pecel, piatto vegetariano
Pecel

Un altro buonissimo quanto semplice piatto della cucina indonesiana è il Cah Kangkung, tradotto in italiano come spinacio d’acqua. Si tratta di vegetali molto diffusi nel sud-est asiatico e davvero molto gustosi, cucinati solitamente con aglio e cipolla.

Cah Kangkung: il piattoindonesiano e la destinazione migliore per vegetariani
Cah Kangkung

Insomma, la cucina indonesiana abbonda di piatti vegetariani, non ti resta che provarli tutti!

Grecia

La Grecia è famosa il tutto il mondo per la sua cucina variegata, semplice ma ricca di sapori.
Nel passato, intorno al VI a.C., era diffusa la corrente religiosa dell’orfismo (da Orfeo). Questo credo metteva in primo piano il rapporto con la natura e il rispetto per il mondo animale, e la carne era quindi vietata. Gli studiosi pensano che qui nacquero i primi vegetariani della storia.
Oggi il vegetarianismo in Grecia non è così diffuso, ma buona parte della dieta ellenica si basa su verdura, prodotti caseari e panificazione. Potremmo quasi dire che i greci tendano a un’alimentazione vegetariana non per scelta ma per cultura.

Quali piatti vegetariani potrai assaggiare in Grecia

Potrai mangiare i Dolmates, foglie d’uva ripiene di riso condito con cipolla e limone, oppure una fetta di Spanakopita (torta salata agli spinaci) accompagnata da classiche olive greche.

Spanakopita: una focaccia greca di spinaci per i palati vegetariani più esigenti
Spanakopita

Ci sono poi i famosi formaggi greci come halloumi e feta hanno un tipico sapore intenso dovuto al latte di pecora e capra.
Il Choriatiki, invece, la classica insalata greca, può essere a sua volta condito con la salsa Tzatziki, un antico condimento a base di yogurt, cetrioli e limone.

insalata greca
Choriatiki

Dulcis in fundo, troviamo la deliziosa Baklava, la classica torta di pasta fillo e noci (anche se in verità, la sua origine è contesa con la Turchia e l’Armenia). 

Le città greche più famose per essere vegan-friendly sono in ogni caso Santorini, Mykonos, Atene e Creta, sia per motivi tradizionali che per influenze dovute al turismo.

Insomma, se sei vegetariano, in Grecia sicuramente sarai felice di poter mangiare ogni giorno qualcosa di diverso, e comunque gustoso!

Berlino

Tra le mete più interessanti per chi segue un’alimentazione vegetariana, c’è anche Berlino.
È interessante parlare di questa località nella nostra classifica non tanto per la tradizione culinaria che la accompagna, quanto per una sensibilizzazione crescente da parte dei cittadini tedeschi e delle stesse istituzioni in temi di vegan food e cibo salutare.
Basti pensare che nel 2021 il colosso tedesco dell’automobile Wolkswagen ha deciso di bandire la carne dalla mensa della sede centrale.
Notizie come questa si rincorrono sui quotidiani tedeschi, infatti, anche il piano nutrizionale degli atenei di Berlino ha detto addio alla carne. Il menù delle mense negli atenei dovrà contenere piatti vegani per il 68%, vegetariani per il 28% mentre solo il 2% dei piatti saranno a base di pesce.

Perché Berlino è una delle migliori destinazioni per vegetariani

La popolazione tedesca sembra avere sempre più a cuore la sensibilizzazione alimentare e propende sempre di più per un approccio vegan-friendly. Oggi, di fatto, il 12% di tedeschi si dichiara vegetariano o vegano e il trend sembra essere in forte ascesa.
Dal 2008, inoltre, Berlino ospita il festival vegano più grande d’Europa.
Un motivo in più per te che sei vegetariano di visitare Berlino, l’attuale capitale vegetariana d’Europa.

Londra

Londra non poteva mancare tra le migliori destinazioni per vegetariani. Anche in questo caso non è la tradizione culinaria del paese ad essere importante, ma la visione generale e il trend nei confronti di uno stile di vita vegetariano.

Perché Londra è una delle migliori destinazioni per vegetariani

La città vanta una vasta offerta di ristoranti vegetariani oltre ad ospitare una serie di eventi a tema vegetariano più che variegata. Tra questi il Vegfest UK e il Veganuary, un’organizzazione no-profit , con base in UK, che incoraggia a provare la dieta vegana per un intero mese e (si spera) oltre.
Tra i ristoranti vegetariani più buoni e glamour della scena londinese c’è sicuramente The Gate, sito ad Hammersmith in zona 2. Un porto sicuro per chi è vegetariano, perché esiste dal 1989 e offre un menù ricco di sfiziosi brunch e stuzzicanti piatti a la carte.

E l’Italia… è una delle migliori destinazioni per vegetariani?

Ogni regione italiana ha una tradizione culinaria a sé. Per citare alcuni piatti per vegetariani, potremmo partire dal nord parlando del risotto alla milanese (così come il risotto ai funghi, il risotto agli asparagi e così via). Potremmo parlare poi della farinata genovese, della polenta (di cui esistono varie declinazioni) e dei pizzoccheri valtellinesi.

pasta al pomodoro: un classico della cucina italiana
pasta al pomodoro


Se ci spostassimo al centro della penisola, invece, troveremmo la pappa al pomodoro e la ribollita toscana, la pasta alla gricia romana, così come i carciofi alla Giudia.
Al sud, patria del buon cibo, frutta e verdura fanno da padrone. Come non parlare della famosissima parmigiana di melanzane, e poi della caponata, o delle orecchie e cime di rapa.

caponata siciliana: un piatto vegetariano del sud Italia
caponata siciliana


Sul podio, però, ci sono la pizza e la pasta: sembrerà banale, ma questi due piatti, che sono un po’ dei cavalli di battaglia della cucina italiana, rappresentano forse la scelta più golosa e accessibile per un vegetariano!

Purtroppo in Italia la cucina vegetariana non è ancora diffusa su larga scala. Una delle motivazioni sta proprio nel fatto che la cultura gastronomica italiana ha radici profonde, e l’orgoglio in tema di cibo non manca. Forse, per questo una cucina differente è vista da molti alla stregua di un’eresia.
Nonostante ciò, soprattutto tra i giovani, si osserva una sensibilizzazione sempre maggiore verso uno stile di vita vegetariano. Chissà, magari anche l’Italia sarà nella top list dei paesi vegetariani per eccellenza tra qualche anno!

Per concludere…

Stilare una classifica delle migliori destinazioni per vegetariani nel mondo è impegnativo a causa dell’evoluzione dell’industria alimentare. Insieme abbiamo visto che l’India meridionale si distingue per la sua cucina prevalentemente vegetariana, con piatti come il Rajma Masala e il Sabudana Wada. L’Indonesia, con i suoi costumi religiosi misti, offre delizie vegetariane come il Nasi Goreng e il Gado-Gado. La Grecia ha una ricca storia culinaria con opzioni vegetariane come Spanakopita e Dolmates. Berlino è nota per la sua sensibilità vegana e le sue politiche alimentari, che la rendono un paradiso per vegetariani. Anche Londra vanta numerosi ristoranti vegetariani ed eventi a tema. Le regioni italiane hanno le loro specialità vegetariane, anche se il vegetarianismo non è così diffuso nel paese. Ogni località, comunque, offre un’esperienza vegetariana unica.

E tu, cosa aspetti a prenotare un viaggio in uno di questi paesi per godere a pieno di pietanze vegetariane e stuzzichini vegani?
Se per caso hai scelto l’Indonesia, sappi che ho scritto un articolo per organizzare il tuo viaggio con tutte le carte in regola!

Articoli simili

Rispondi